Muore il giorno di Natale: Atripalda si stringe intorno ai familiari del 35enne

Chi lo conosceva bene e conosceva la sua storia non ha difficoltà ad ammettere che forse L.P. è stato colpevolmente lasciato al suo triste destino

Contrada Alvanite di Atripalda, piange la morte di L.P., 35enne pizzaiolo spirato nelle braccia dei suoi familiari nel giorno di Natale. L'autopsia stabilirà con certezza le esatte cause del decesso, che sarebbe sopraggiunto per una crisi cardiorespiratoria, probabilmente causata dall’ingerimento di sostanze tossiche o farmacologiche. La sua vita è stata segnata da varie bravate. Nel 2011  si rese protagonista del furto del trolley del maratoneta Michele Maddalena in Piazza Umberto I. Oppure quando, appena un mese più tardi, in evidente stato di ebbrezza, rubò il fiorino del fioraio Di Gisi e seminò il panico in città, sbandando diverse volte prima di fermare la sua folle corsa contro un palo della segnaletica stradale ferendosi al labbro.

Chi lo conosceva bene e conosceva la sua storia non ha difficoltà ad ammettere che forse L.P. è stato colpevolmente lasciato al suo triste destino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Avellino è in lutto: Tina si è spenta dopo una lunga malattia

  • Tragedia alla clinica Malzoni: bimbo nato morto, aperta un'inchiesta

  • "Nuovo Clan Partenio" in ginocchio, i dettagli dell'operazione

  • Avellino, maxi blitz contro il nuovo clan Partenio: 23 arresti

  • Bimbo nato morto alla clinica Malzoni, effettuata l'autopsia

  • Guida Espresso 2020, i migliori ristoranti in Irpinia

Torna su
AvellinoToday è in caricamento