Cade nel pozzo e muore, dramma a Sant'Angelo dei Lombardi

Per ore i soccorritori hanno provato ad evitare il peggio ma per Nicolantonio non c'è stato nulla da fare

Un epilogo drammatico per Nicolantonio Di Leo.

L'uomo un 46enne di Montanaldo, frazione tra Sant'Angelo dei Lombardi e Rocca San Felice, stava lavorando alla costruzione di un pozzo nei pressi della sua abitazione, ma all'improvviso qualcosa deve essere andato storto, il terreno ha iniziato a cedere e Nicolantonio è stato ricoperto da cinque metri di terra.

Il fatto è accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, il suocero ha dato subito l'allarme. Ma nonostante l'intervento dei soccorsi per il malcapitato non c'è stato nulla da fare. Sul posto sono arrivati carabinieri, polizia, vigili del fuoco e ambulanze. Tutti hanno cercato di evitare il peggio, per ore si è scavato con le mani, senza l'utilizzo di attrezzi o escavatori nella speranza di trovare l'uomo ancora vivo. Ore di angoscia interminabili per la famiglia, poi intorno alle 23.00 Nicola è stato tirato fuori, ma il suo corpo era ormai privo di vita. Lascia una moglie e due figli.

La salma è stata portata presso l'ospedale "Criscuoli" di Sant'Angelo dei Lombardi. Qui saranno eseguiti gli esami di rito per stabilire le cause della morte, quasi sicuramente avvenuta per soffocamente subito dopo che la frana lo ha investito.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

  • Irpinia senza pace: nuove fiamme sul Partenio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento