Accusati di negligenza, imprudenza ed imperizia, medici assolti dopo 7 anni

Una paziente morì e i familiari accusarono i medici

Accusati di negligenza, imprudenza ed imperizia, medici dell'ospedale Moscati di Avellino assolti dopo 7 anni. Una paziente morì e i familiari accusarono i medici  nell'inadeguato management post-operatorio della donna, oltre alla presunta mancata tempestiva diagnosi dello sviluppo di una fistola esofago-mediastinica aggravata da una tecnica chirurgica nel secondo intervento che avrebbe favorito l'evoluzione dei processi infettivi che ne cagionavano la morte.

Per cinque di loro tra cui l'ex primario del reparto di Chirurgia generale Francesco Caracciolo, Francesco Giuseppe Biondo, Francesco Damiano, Vincenzo Vito Turri e Sabata Maria Rosaria De Gennaro tutte le accuse sono decadute.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Anche ad Avellino Di Maio snobba la stampa: di cosa ha paura il vicepremier?

  • Video

    Roberti contro Salvini: "Ha portato l'Italia ai margini dell'Europa"

  • Cronaca

    Giovane denunciato per spaccio di droga e sei assuntori segnalati

I più letti della settimana

  • La storia di Santa Rita: la santa delle cause impossibili tanto amata ad Avellino

  • Tenta il suicidio infliggendosi coltellate all'addome

  • Mazzette per pilotare le sentenze, 14 arresti: ci sono anche due irpini

  • Bambino di 11 anni investito da un'auto

  • Ancora guai per JusTv: disposto il sequestro preventivo delle frequenze in uso

  • La ministra Lezzi bypassa gli operai dell'ex Irisbus ma trova il tempo per portare a casa i torroni irpini

Torna su
AvellinoToday è in caricamento