Accusati di negligenza, imprudenza ed imperizia, medici assolti dopo 7 anni

Una paziente morì e i familiari accusarono i medici

Accusati di negligenza, imprudenza ed imperizia, medici dell'ospedale Moscati di Avellino assolti dopo 7 anni. Una paziente morì e i familiari accusarono i medici  nell'inadeguato management post-operatorio della donna, oltre alla presunta mancata tempestiva diagnosi dello sviluppo di una fistola esofago-mediastinica aggravata da una tecnica chirurgica nel secondo intervento che avrebbe favorito l'evoluzione dei processi infettivi che ne cagionavano la morte.

Per cinque di loro tra cui l'ex primario del reparto di Chirurgia generale Francesco Caracciolo, Francesco Giuseppe Biondo, Francesco Damiano, Vincenzo Vito Turri e Sabata Maria Rosaria De Gennaro tutte le accuse sono decadute.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Luca Abete: "Soltanto coltivando la legalità e il rispetto possiamo cambiare le cose"

  • Cronaca

    Marito violento arrestato dai carabinieri

  • Cronaca

    Soggiorno illegale in Italia, 50enne ucraino denunciato dai carabinieri

  • mobilità

    Ordinanza antismog: le misure fino al 31 dicembre

I più letti della settimana

  • Nuova apertura: al Movieplex di Mercogliano arriva Decathlon

  • Massacro di Avellino, nuovi dubbi emergono dalle indagini

  • Attentato a Strasburgo, irpina si barrica in un ristorante

  • Trovato cadavere in via Tagliamento

  • Incidente ad Avellino, giovane privo di patente travolge un autocarro

  • Assalto al portavalori, sempre più concreta la pista del basista

Torna su
AvellinoToday è in caricamento