Il monito del Vescovo Cascio contro l'eolico: "Fermate questa invasione"

La Diocesi,dopo l’incontro avuto con i comitati civici, martedì scorso a Sant’Angelo dei Lombardi, presso la casa del Vescovo, ha aderito all’Assemblea che si terrà sabato 16 gennaio 2016 ad Aquilonia alle ore 16 presso la sala conferenze del Museo Etnografico

Il Vescovo Mons Pasquale Cascio della Diocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia a sostegno delle azioni di salvaguardia dell’ambiente intraprese dal Coordinamento dei Comitati civici dell’Alta Irpinia.

La Diocesi,dopo l’incontro avuto con i comitati civici, martedì scorso a Sant’Angelo dei Lombardi, presso la casa del Vescovo, ha aderito all’Assemblea che si terrà sabato 16 gennaio 2016 ad Aquilonia alle ore 16 presso la sala conferenze del Museo Etnografico.

Hanno aderito finora sindaci, pro-loco, associazioni, cittadini, sindacati, amministratori e rappresentati politici provinciali e regionali, deputati.

Ma è la lettera scritta di proprio pugno dal Vescovo a far rumore: "perchè si prendano davvero a a cuore le sorti della nostra gente, del nostro patrimonio naturale e storico paesaggistico. In questa ansia – continua – si inserisce la preoccupazione per l’invasione selvaggia del sistema energetico prodotto dalla rete eolica. Sappiamo bene che questo sistema rientra nelle energie pulite ma la presenza massiccia e sconsiderata sta schiacciando la sostenibilità del nostro territorio, per cui è tempo di fermarsi e fare il punto della nostra situazione, proprio in nome dell’eco-sostenibilità.  Parola di Dio vede la sua benedizione quando il deserto fiorirà, non corriamo il rischio che il giardino diventi deserto. E’ nostro dovere annunciare il bene comune non limitandoci al grido d’allarme ma pronti a collaborare con tutti quelli che in questo momento sentiamo particolarmente attivi”, in particolare “… i 10 comitati civici che hanno aderito al coordinamento della salvaguardia del territorio dell’Alta Irpinia. Facciamo appello alla società civile nel suo insieme e alle forze politiche che sono di questo territorio e per esso sono chiamate ad agire. Il nostro appello vuol dare voce al popolo e al futuro delle nuove generazioni: non bisogna cadere della trappola del dilemma tra lavoro e emigrazione, perché per assurdo si può partire per la mancanza di lavoro ma si potrebbe essere costretti a partire per la mancanza delle condizioni ambientali per vivere"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Clan Partenio, ecco chi sono gli avvocati perquisiti in data odierna

  • Ragazzo giovanissimo si lancia dal Ponte della Ferriera

  • Nuovo Clan Partenio, perquisita la casa di un noto avvocato

  • Migliori bar di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Nuovo Clan Partenio, vent'anni di turbativa d'asta: si stringe il cerchio

  • Si lancia dal Ponte della Ferriera, le condizioni del 13enne

Torna su
AvellinoToday è in caricamento