Nessuno sgombero il 13 marzo al Laceno: il Tar non ravvede tutta questa fretta

Il Tribunale amministrativo accoglie la richiesta della società Giannoni

Il 13 marzo sull’Altopiano del Laceno, il Comune di Bagnoli non potrà fare nessuno sgombero alla società Giannoni. L’ordinanza emessa dal responsabile del procedimento del Comune retto dal sindaco Filippo Nigro è stata congelata dal Tar di Salerno.

Scrive infatti il tribunale amministrativo che “ la funzione del decreto cautelare non è quella di anticipare il giudizio, ma solo quella di prevenire pregiudizi irreversibili, tali che non possano essere evitati nemmeno dalla misura cautelare collegiale. Considerato che, alla luce dei dati concreti che connotano la fattispecie del gravame depositato e la posizione legittimante della società ricorrente (già soggetto destinatario di una concessione in affidamento di un complesso turistico invernale ed estivo sin dal 5 maggio 1973), la quale si trova ad essere incisa dal provvedimento dirigenziale impugnato che impone lo sgombero ed il rilascio di aree e beni nel termine ristretto di sessanta giorni scadenti il 13 marzo 2017, può senz’altro ritenersi di porre rimedio ai rappresentati pregiudizi di estrema gravità ed urgenza differendo l’esecuzione dei provvedimenti impugnati, anche in mancanza di interesse pubblico specifico e prevalente legato ad una situazione contingente; Considerato, altresì, che tali circostanze in fatto inducono a concedere la misura cautelare richiesta con effetti sino e non oltre la data della camera di consiglio utile del 27 marzo 2018, nel cui contesto potranno essere assunte le eventuali determinazioni idonee alla definizione del giudizio nello stato in cui versa”. Nel contempo fissa per la trattazione collegiale per la camera di consiglio del 27 marzo 2018.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Mirabella Eclano

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Laurea con 110 e lode per Francesca Bellizzi, figlia di Mimmo

  • Si spara per errore mentre ricarica il fucile

  • Bando di concorso all'Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”

  • Mario, un giovane di 21 anni, è scomparso

Torna su
AvellinoToday è in caricamento