Ex Isochimica, la fabbrica dei veleni miete un'altra vittima: siamo a 23 operai

Si è spento a 67anni Alessandro Maganiello, uno degli operai della fabbrica definita dei veleni di Pianodardine

Siamo a ventitré vittime per l'amianto dell'ex Isochimica di Pianodardine. Si è spento a 67anni Alessandro Maganiello, uno degli operai della prima ora della fabbrica definita dei veleni. Costretti a  grattare via amianto dalle carrozze ferroviarie. L'operaio, tra i più incisivi è stato quello che ha denunciato prima di tutti ciò che avveniva nella fabbrica.

Lui si è spento, come tanti altri suoi colleghi ma c'è chi lotta per farsi riconoscere i propri diritti. Manganiello, infatti figurava tra le 250 parti civili ammesse a processo. "Alessandro Manganiello si aggiunge al drammatico elenco di quelli che non hanno retto ai veleni  che,  in soli pochi anni di lavoro, hanno contribuito a devastarne l’esistenza" - annuncia il segretario della Uil Simeone - Siamo consapevoli che non basteranno  parole o atti di solidarietà a restituirlo ai propri cari, tuttavia quest’altra perdita cresce e deve accrescere la consapevolezza che ogni giorno che passa rischia di essere un giorno perduto, per  il riconoscimento dei danni  che i responsabili  della fabbrica dei veleni  hanno prodotto e che vanno rilevati prima che sia troppo tardi sia per la giustizia che per le vittime e loro cari".

Nel pomeriggio si terranno i funerali a Pratola Serra.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • "Prima dell'alba" racconta la storia di Marco: "Vado a Roma per prostituirmi"

  • Arresto Vincenzo Schiavone, le intercettazioni: "Troppo oltre il limite e questo continua a fare lo spavaldo"

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Incidente sull'Avellino-Salerno, le condizioni dei due feriti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento