Raid punitivo al circolo, individuati i responsabili

Per le lesioni riportate i due fratelli sono stati trasportati all'ospedale Moscati

Sono stati individuati i responsabili dell'aggressione avvenuta nei confronti di due fratelli di 35 e 40 anni nella serata di domenica. Gli aggressori, a quanto pare, sarebbero già noti alle forze dell’ordine e sarebbero entrambi residenti ad Avella. I due sono stati individuati dagli investigatori  grazie alle telecamere di video sorveglianza privata presenti in zona. La spedizione punitiva lascia pensare a un regolamento di conti, ma il movente non è ancora chiaro agli investigatori.

L'accaduto

Il fatto è accaduto ad Avella. I Carabinieri della locale Stazione e dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Baiano, sono intervenuti presso un circolo dove ignoti, con volto travisato da passamontagna ed armati di bastone e martello, per motivi in fase di accertamento, hanno aggredito un 35enne ed un 40enne del posto.
Per le lesioni riportate i due fratelli sono stati trasportati all'ospedale Moscati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni in Irpinia 2019, ecco lo scrutinio in tempo reale Comune per Comune

  • Cronaca

    Si spaccia prima per maresciallo poi per avvocato e truffa un anziano

  • Cronaca

    Opere edilizie realizzate in area sottoposta a vincolo idrogeologico

  • Politica

    Europee 2019: l'Irpinia premia i 5 Stelle, ma la Lega non sfigura

I più letti della settimana

  • Si alza la gonna e lascia di stucco tutti: Antonella infiamma Ciao Darwin

  • Tragedia in moto: muore ragazza, gravissimo il compagno

  • Elezioni in Irpinia 2019, ecco lo scrutinio in tempo reale Comune per Comune

  • La storia di Santa Rita: la santa delle cause impossibili tanto amata ad Avellino

  • Incidente mortale, non si placa il dolore di Montella: "Rosetta, ci mancherai"

  • Chiusura con colpo di scena per Preziosi: sala troppo piena per la Carfagna e si cambia la location

Torna su
AvellinoToday è in caricamento