Furto d'acqua potabile, trentenne denunciata

La scoperta dei carabinieri

Ancora i reati contro il patrimonio nel mirino dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino.

Questa volta a farne le spese della costante attività posta in essere dai Carabinieri della Compagnia di Montella, una trentenne di Nusco, deferita alla competente Autorità Giudiziaria perché ritenuta responsabile di furto di acqua potabile.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Nusco hanno accertato che era stato artatamente effettuato un allaccio abusivo bypassando il contatore, eludendo così il pagamento delle bollette.

In considerazione delle evidenze emerse, a carico della donna è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Terrore ad Avellino, donna inseguita da malvivente fino a casa

Torna su
AvellinoToday è in caricamento