E' il giorno dell'addio ad Assunta, morta al quarto mese di gravidanza

L'autopsia ha sottolineato che, a uccidere la 30enne, è stata un'emorragia cerebrale

Assunta, la giovane 30enne, incinta al quarto mese di gravidanza, è morta a causa di un'emorragia cerebrale. La donna è stata trovata dai familiari in un lago di sangue, nel bagno di casa sua, dopo che si era improvvisamente accasciata al suolo, la notte del 27 giugno scorso. Questo è quanto ha stabilito l'autopsia eseguita nell'obitorio dell'ospedale Frangipane, su disposizione della Procura di Benevento. Adesso, la salma è stata restituita ai genitori Antonio e Flora e al compagno Adriano. I funerali saranno celebrati questa mattina alle 10.30 nella chiesa di Santa Maria dei Martiri. 

La tragedia

La tragedia è avvenuta a contrada Montecifo, nelle campagne a nord di Ariano Irpino. La ragazza, originaria di Prato ma residente in Irpinia, viveva con i genitori e il suo compagno. Sono stati proprio i familiari a trasportarla al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Ottone Frangipane, dove è giunta già priva di vita.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 38 anni per un male incurabile, istituita una borsa di studio per i figli

  • Lutto per la famiglia Pennella: Peppino tradito dalla sua passione per la foto

  • La "Masi" anticipa l'uscita per il terremoto, la dirigente rimuove il responsabile 

  • Mangiano e dormono all'agriturismo e poi scappano senza pagare

  • L’irpina Enrica Musto commuove il pubblico di “Tu si que vales”

  • Trovato il cadavere di un 51enne in un appartamento

Torna su
AvellinoToday è in caricamento