False certificazioni sui lavori di impianti fognari e depuratori: nei guai tre imprese

Eseguito un sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente a danno di tre imprese

Eseguito un sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente a danno di tre imprese. L'intervento è scaturito dalle indagini dei carabinieri, nell'ambito di un'inchiesta della Procura, che ha accertato come tre imprese impegnate nei lavori alla rete fognaria e di depurazione di un comune irpino attestassero false certificazioni sull'avanzamento. In pratica, erano stati contabilizzati costi per lavori mai eseguiti, pari a 252.511 euro. Così sono stati disposti sequestri a carico delle tre imprese (di cui due in subappalto) tra Ospedaletto e Mercogliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna da Milano con la febbre altissima, trasportato al Moscati

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Coronavirus, Lauro, il sindaco: "Hanno viaggiato in treno e poi sono andati a prenderli in auto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento