Cronotachigrafo alterato: denunciato camionista e datore di lavoro

Il 53enne di Torre Annunziata fermato a Grottaminarda sull'autostrada A16

Cronotachigrafo alterato, la Polstrada denuncia camionista e datore di lavoro. Il mezzo fermato ad un controllo, infatti, era dotato di un microchip elettronico per falsare i dati e guidare senza sosta in autostrada. Insomma adesso la Polizia di Stato deve fare i conti con sistemi elettronici sempre più ingegnosi e sofisticati, come quello scoperto ieri da una pattuglia della Sottosezione della Polstrada di Grottaminarda. L’anomalia è stata rilevata grazie al “Police controller”. Computer portatile con un software dedicato in grado di analizzare in maniera approfondita i dati in memoria dei tachigrafi digitali. Il conducente fermato è un 53enne di Torre Annunziata che viaggiava con un cronotachigrafo privo di magnete e collegato con un circuito elettronico in grado di inibire la corretta lettura del percorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • Torna da Milano con la febbre altissima, trasportato al Moscati

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Coronavirus, Lauro, il sindaco: "Hanno viaggiato in treno e poi sono andati a prenderli in auto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento