Coronavirus: di ritorno da Lodi, scatta la quarantena anche a Carife

Con l'uomo, la precauzione ha coinvolto anche la moglie e i due figli

Ancora un protocollo di sicurezza in Irpinia, questa volta a Carife, dove il sindaco Antonio Manzi predisponeva l'isolamento precauzionale per un autotrasportatore 45enne proveniente da Lodi e residente nel comune irpino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stando a quanto si apprende, l'uomo è stato fermato dai carabinieri presso il casello autostradale di Grottaminarda. Una volta accertato che l'uomo, di origini bulgare, proveniva da una delle zone ritenute focolai del virus, i militari avvisavano immediatamente il sindaco, che faceva scattare la procedura di quarantena. Con l'uomo, la precauzione ha coinvolto anche la moglie e i due figli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in Irpinia, il comandante dei carabinieri è stato trovato senza vita

  • Riapre Aloha ad Avellino, nuova sede e golose sorprese

  • È di Solofra il nuovo tentatore di Temptation Island

  • Atripalda perde un pezzo di sano divertimento, dopo i controlli Lauri annulla gli eventi

  • Paura ad Avellino, uomo tenta il suicidio: è gravissimo

  • È di Milena Pepe il miglior vino rosso dell'anno

Torna su
AvellinoToday è in caricamento