Coronavirus, esauriti i posti letto al Moscati ancora una volta

La sanità irpina in evidente difficoltà, serve un intervento immediato

La notizia che nessuno voleva aspettarsi è arrivata: all'Ospedale Moscati di Avellino è terminata la disponibilità di posti letto. Attualmente, la struttura sanitaria del capoluogo irpino non può più ospitare pazienti affetti da Coronavirus.

Uno scenario, questo, senza dubbio preventivabile, visti i continui richiami delle istituzioni locali rimasti inascoltati, ma che non doveva assolutamente materializzarsi. Una storia cominciata male, con medici e infermieri costretti a esporsi a situazioni di contagio rischiosissime, e proseguita peggio, con l'esaurimento di posti letto che crea un'ulteriore disagio all'utenza e a una popolazione stravolta dall'emergenza.

Di seguito, riportiamo il comunicato dell'Azienda Ospedaliera "San Giuseppe Moscati":

"Si comunica che la disponibilità di posti letto per pazienti COVID-19 presso la nostra azienda è esaurita. Pertanto, è urgente attivare la Centrale Operativa Regionale per il trasferimento di eventuali pazienti COVID-19 presso altre strutture".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bisogna fare presto e intervenire con azioni concrete, onde evitare un epilogo drammatico, in caso di un eventuale picco di contagi che potrebbe mettere in ginocchio l'intera comunità irpina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pericolosità ibuprofene e utilità vitamina C, la Farmacia Capozzi fa chiarezza

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 26 marzo 2020

  • La 3DRap di Mercogliano trasformerà maschere da sub in ventilatori

  • Coronavirus, l'aggiornamento della Protezione Civile: "Sono 62.013 i positivi, in Campania 1.169"

  • Ad Avellino il lievito sospeso, in regalo a chi ne ha bisogno

  • Coronavirus, chiudono i benzinai: "Siamo in ginocchio"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento