L'omicida resta in carcere, la Procura : "Da due anni tradito dalla moglie"

Nella mattinata si è svolta presso la casa circondariale di Ariano l’udienza di convalida dell’arresto di Alessandro Palermiti accusato di aver ucciso l'albanese Tahir Halili

Nella mattinata si è svolta presso la casa circondariale di Ariano l’udienza di convalida dell’arresto di Alessandro Palermiti accusato di aver ucciso l'albanese Tahir Halili. Il Gip ha confermato la misura cautelare in carcere per il delitto di omicidio volontario premeditato e aggravato per essere stato compiuto per motivi futili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ordine al movente, è stato accertato dagli inquirenti il carattere passionale, poiché "la vittima (l’albanese residente nel foggiano) da oltre due anni intratteneva una relazione extraconiugale con la moglie dell’indagato e che aveva abbandonato il predetto per andare a vivere con la madre. Durante la perquisizione presso il domicilio della vittima a Troia (Fg) è stata rinvenuta una pistola non legalmente detenuta" si legge nella nota della Procura di Benevento a firma del procuratore Giovanni Conzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni di giugno pagate in anticipo: in Campania aumenteranno le minime

  • Decreto Rilancio, da oggi IVA zero sui dispositivi di protezione: ecco quali

  • Coronavirus a Monteforte, il sindaco annuncia un nuovo positivo

  • Ha un tumore al fegato: gli specialisti del Moscati gli donano una speranza

  • Shock a Mercogliano, spari contro un'auto con quattro giovani a bordo

  • Ennesima tragedia della solitudine, donna si toglie la vita gettandosi dal balcone

Torna su
AvellinoToday è in caricamento