Suore violente, ecco le richieste di condanna per le botte ai bambini

La madre superiora è una 76enne di Aquilonia

Quattro condanne sono state richieste dal pubblico ministero Francesco Persico della Procura di Napoli Nord nei confronti delle suore che gestivano la scuola paritaria Santa Teresa del Bambin Gesù di San Marcellino. Il magistrato ha chiesto 4 anni di pena per la madre superiora (76 anni di Aquilonia) e 3 anni a testa per le altre tre suore, di origine indiana e filippina. Il gip del tribunale di Napoli Nord Paone ha disposto il rinvio ad aprile per la discussione delle parti civili (Gabriele Piatto, Arcangelo D’Alessio e Luigi Bartolomeo III) e del difensore.

La vicenda, scoppiata a giugno dello scorso anno dopo l’operazione dei carabinieri, ha creato un grande scalpore a San Marcellino visto che la scuola paritaria affidata alle educatrici cattoliche era molto conosciuta. Ad incastrarle ci sono numerosi video in cui si vedono chiaramente le aggressioni ai bambini durante l’orario scolastico. In un'occasione, addirittura, un bambino finisce a terra accanto alla scrivania della suora dopo essere stato colpito. Le indagini sono scaturite dalle denunce presentate ai carabinieri di San Marcellino da parte dei genitori di cinque bambini che, all'interno delle mura domestiche, avevano manifestato disagio e cambiamenti di umore chiaramente riconducibili a comportamenti subiti presso l'istituto scolastico. La madre superiore tentò anche di comprare il silenzio di una famiglia, offrendo di ripagare la retta scolastica. 

Leggi la notizia su Caserta News

Potrebbe interessarti

  • Avellino Pride, nonna Eleonora: "Sono orgogliosa di mio nipote che ama un uomo"

  • Un irpino alla direzione del Primadonna fusion cafè nel salotto buono di Riccione

  • Eccellenze della Scuola: la giovane irpina Aurora conquista Roma

  • Coordinamento Acqua Pubblica, appello a Festa: "Sia coerente, non cambi la sua idea"

I più letti della settimana

  • Ragazza di appena 28 anni si toglie la vita

  • Maxi operazione dei Nas: chiusi tre ristoranti, una casa di riposo, un asilo e un canile

  • Il pane di Sant'Antonio e il miracolo di Tommasino

  • Un immenso fiume di droga tra Napoli e Avellino, sgominata piazza di spaccio

  • Uomo si accascia davanti la caserma dei carabinieri e muore

  • Violento schianto tra auto, feriti i due conducenti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento