Cesinali, aperta indagine sui post del vicesindaco "nostalgico" di Mussolini

I messaggi pubblicati su Facebook dal vicesindaco del comune irpino

La Procura della Repubblica di Avellino ha aperto un'indagine sui post pubblicati su Facebook dal vicesindaco di Cesinali, Pasquale De Vito, inneggianti la figura di Benito Mussolini.

"Viva il Duce" e gli altri post al vaglio degli inquirenti

I Carabinieri hanno raccolto tutti i messaggi che De Vito ha lasciato sul celebre social network in favore del Duce. Comportamenti che hanno suscitato lo sdegno dei ragazzi appartenenti all'associazione "I giovani della Valle del Sabato" e al movimento delle "Sardine Avellino" che, per primi, hanno fatto emergere i post di ammirazione del vicesindaco di Cesinali nei confronti di Mussolini.

Attimi di tensione si sono registrati nel Comune irpino, ieri sera, allorquando De Vito è stato aspramente contestato da un gruppo di concittadini. Lo stesso Dario Fiore, sindaco di Cesinali, ha espresso una ferma condanna di fronte agli atteggiamenti assunti da De Vito su Facebook, facendo affiggere un manifesto in cui veniva spiegata la posizione dell'intera Giunta nei confronti delle ammirazioni del vicesindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna da Milano con la febbre altissima, trasportato al Moscati

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Coronavirus, Lauro, il sindaco: "Hanno viaggiato in treno e poi sono andati a prenderli in auto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento