Il boss Antonio Graziano chiede la revoca del 41bis

Si trova in carcere dal 2002 per gli omicidi della sorella, della figlia e della cognata del boss Biagio Cava

Il boss Antonio Graziano, in carcere dal 2002 per gli omicidi della sorella, della figlia e della cognata del boss Biagio Cava, successivamente alla sentenza della Corte Europea, ha chiesto la revoca del 41bis. 

Stando a quanto si apprende, il boss di Quindici ha presentato l’istanza al tribunale di Sorveglianza di Roma; motivandolo principalmente su tre elementi: la cessazione di ogni attività criminale da parte del clan Graziano, la lontananza di suo fratello Adriano, che non è più sottoposto a misure di prevenzione, e, infine, la morte del padre, Luigi Salvatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in Irpinia, il comandante dei carabinieri è stato trovato senza vita

  • Riapre Aloha ad Avellino, nuova sede e golose sorprese

  • È di Solofra il nuovo tentatore di Temptation Island

  • Atripalda perde un pezzo di sano divertimento, dopo i controlli Lauri annulla gli eventi

  • Paura ad Avellino, uomo tenta il suicidio: è gravissimo

  • È di Milena Pepe il miglior vino rosso dell'anno

Torna su
AvellinoToday è in caricamento