Auto distrutta con una bomba: si segue la pista del racket

Nel mirino un noto ristoratore avellinese

Continuano le indagini in merito all'ordigno che ha distruttto un'auto a Rione Mazzini. La macchina, finita vittima di un raid notturno, appartiene ad un noto commerciante, titolare di un locale in via due Principati. Gli investigatori non escludono nessuna pista, anche perché gli accertamenti sono ancora in una fase preliminare. Tra le ipotesi c'è quella del racket, avvalorata non solo dal fatto che l'uomo sia un commerciante noto, ma anche dal modo di agire dei malvimenti (che non sembrano essere dei dilettanti). Tra le ipotesi c'è anche quella di una vendetta, ma ora sta a Procura e Carabinieri fare chiarezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Laurea con 110 e lode per Francesca Bellizzi, figlia di Mimmo

  • Terrore ad Avellino, donna inseguita da malvivente fino a casa

  • Bando di concorso all'Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”

  • Vuoi lavorare in un birrificio? Serrocroce cerca personale

  • Drammatico schianto tra auto: sette feriti, due in codice rosso

Torna su
AvellinoToday è in caricamento