Famiglie evacuate, disinnescata la bomba risalente alla guerra mondiale

È' stato necessario lo sgombero di un area di 500 metri e l'evacuazione di circa 50 famiglie di Sant'Angelo dei Lombardi. Gli artificieri del 21° Reggimento hanno rimosso il congegno di attivazione posto nella parte anteriore dell'ordigno, rendendolo inoffensivo

Gli artificieri del 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta, unità della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, hanno provveduto al disinnesco e la rimozione dell'ordigno bellico, di oltre cento chili, ritrovato a in una campagna di Roggiano, località di Sant'Angelo dei Lombardi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È' stato necessario lo sgombero di un area di 500 metri e l’evacuazione di circa 50 famiglie. Gli artificieri del 21° Reggimento hanno rimosso il congegno di attivazione posto nella parte anteriore dell’ordigno, rendendolo inoffensivo. Analoga procedura di disattivazione sarà adottata per una granata di artiglieria.Gli ordigni nella cava “Cipriano” di Rocca San Felice dove all’interno di un “fornello”, realizzato con opere di scavo, mediante cariche esplosive, si proceduto alla loro definitiva e sicura neutralizzazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 3 aprile 2020

  • Vaccino Coronavirus supera primo test, Todisco: "Buona notizia che porta la firma del dott. Gambotto"

  • Tragedia in Irpinia: muore schiacciato dal camion dei rifiuti

  • Coronavirus, il Governo prepara la Fase 2: le prime a riaprire saranno le aziende

  • Coronavirus, il bilancio è pesantissimo: 49 nuovi casi in Irpinia

  • Altro dramma per la famiglia Caso: morto il padre del podista suicida

Torna su
AvellinoToday è in caricamento