Caos profughi, è allarme tubercolosi in Irpinia: il monito del primario Acone

A riportarlo è l'emittente televisiva Irpinia TV: sarebbero già venti i casi accertati

I casi di tubercolosi aumentano in Irpinia. Secondo quanto riporta l'emittente televisiva Irpinia Tv sono già venti gli immigrati che sembrano aver contratto la malattia. Un fenomeno preoccupante che aumenta in maniera esponenziale nella nostra provincia. A lanciare l'allarme, è il primario del reparto malattie infettive dell'Ospedale Moscati Nicola Acone che, raggiunto al telefono, ha spiegato che il problema va affrontato in maniera urgente. Per questo ha già chiesto al manager della struttura sanitaria Percopo l'intervento immediato di Asl e Prefettura per evitare una diffusione incontrollata della malattia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quanto pare i profughi contraggono il virus in Libia prima di imbarcarsi, dunque va effettuato uno screening nel momento in cui sbarcano in Italia e prima ancora di essere smistati nei centri di accoglienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca blocca la consegna di dolci e pizze anche a panifici e alimentari

  • Coronavirus, uno studio rivela: "Campania fuori dall'emergenza entro il 20 aprile"

  • Bonus 600 euro, si parte il primo aprile: l'Inps spiega come averlo

  • Coronavirus, il bilancio è pesantissimo: 49 nuovi casi in Irpinia

  • Altro dramma per la famiglia Caso: morto il padre del podista suicida

  • Vaccino Coronavirus supera primo test, Todisco: "Buona notizia che porta la firma del dott. Gambotto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento