Agente penitenziario aggredito da un detenuto: “Provvedimenti inevitabili”

Ecco la nota ufficiale di Russo (Osapp)

Un poliziotto penitenziario del carcere di Avellino è stato aggredito da un detenuto ed ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso, a denunciare l’accaduto è il Dirigente Nazionale Dott. Maurizio Russodell’Osapp.

“Le criticità oramai sono all’ordine del giorno ed il sistema regge ancora grazie all’abnegazione ed al sacrificio degli uomini e delle donne in divisa. È sotto gli occhi di tutti che servono urgenti provvedimenti per frenare la spirale di tensione e violenza nei confronti degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria nelle carceri, una mattanza che quotidianamente vede vittime i nostri agenti, che svolgono il proprio dovere in servizio dello Stato in strutture fatiscenti, che non garantiscono più alcuna sicurezza” dichiara Maurizio Russo.

“Esprimiamo sincera solidarietà al nostro collega ed è auspicabile che, quanto prima, si superino gli effetti deleteri della legge Madia che in modo drastico ha tagliato gli organici del corpo di polizia penitenziaria” conclude Maurizio Russo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La terra trema ancora, altra scossa in serata

  • Brutto incidente ad Avellino, tre le auto coinvolte

  • Nuovo Clan Partenio, si stringe il cerchio sui rapporti tra camorristi e professionisti

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • Dipendente “infedele” ruba nel supermercato dove lavora

  • Stop alla rilevazione del Gas Radon: la soddisfazione di CNA e Confesercenti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento