Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Nasce Sorsi d'Irpinia, gli artigiani del vino volano a Milano per raccontare uno straordinario terroir

Due giorni di degustazioni a Milano e a Brescia per conoscere alcune delle migliori espressioni vitivinicole del territorio insieme ai produttori

L'Irpinia del vino vola in Brianza per raccontare un territorio unico e ricco di sfumature. Sorsi di Irpinia, il sogno enoico degli imprenditori, Marco Riva e Giancarlo Barbieri, si presenta ufficialmente alla stampa specializzata e al mondo della ristorazione attenta e di qualità.
Due giorni di degustazioni a Milano e a Brescia per conoscere 6 aziende e 13 vini espressione inconfondibile di un terroir tra i più originali in Italia, capace di evocare l'identità territoriale di vitigni rigorosamente autoctoni attraverso le sue preziose DOCG e DOC: Taurasi, Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Aglianico.
Un progetto importante per promuovere, valorizzare e tutelare le mille sfaccettature della nostra anima vitivinicola entrando in contatto diretto con la voce di sei vigneron, artigiani raffinati, ambiziosi e orgogliosi delle proprie origini rurali. Sertura Vini d'Irpinia, VentitréFilari, Feudo Apiano, Stefania Barbot, Borgodangelo, Cennerazzo, sono le cantine irpine pronte ad entrare nei cataloghi della migliore ristorazione brianzola in modo assolutamente nuovo e innovativo.
 “È un'occasione unica avere 6 produttori tutti insieme per ben due giornate – spiega Marco Riva - nonché un’opportunità per la ristorazione lombarda di approfondire la conoscenza del territorio irpino direttamente con le loro voci. Per due giorni presenteremo agli addetti al settore del Nord Iralia l'Irpinia come non l'hanno mai vista. Oggi pomeriggio, saremo ospiti, dalle 13 alle 18 presso Hic Enoteche ed il 4 settembre, dalle 17 alle 23, presso Le notti di Cabiria ristorante - wine bar. Due tra i migliori locali della Brianza per tuffarsi nella verde Irpinia e raccontare con gusto questo straordinario terroir”.
Sorsi di Irpinia, non è un semplice catalogo, ma un nuovo modo di conoscere il territorio, un percorso al contrario, dove è il vino a fare da ambasciatore di una cultura millenaria, ancora da scoprire.
“Se ristoratori, winelover e turisti non vengono da noi, siamo noi ad andare da loro – spiega Giancarlo Barbieri, l'avellinese produttore dei vini Sertura e tra i soci di Sorsi di Irpinia - L'obiettivo è creare un brand, esportarlo fuori dai nostri confini e aprirci al mondo intero con le nostre eccellenze, stimolando la curiosità e l' intelletto dei nostri interlocutori. Il fine non è conquistare un mercato nuovo per meri interessi economici, ma far conoscere la nostra provincia con la sua natura sincera e ricca. Una filiera enogastronomica evoluta che ben riflette la diversità degli areali di produzione e le scelte sapienti dei produttori”.
Sorsi di Irpinia è un'ottima premessa per offrire sapori e saperi, un momento di incontro con il territorio che va ben oltre la semplice degustazione. Una carta dei vini, anonima diventa così uno spazio per la crescita eno-turistica dell’Irpinia, un biglietto da visita impopolare, ma assolutamente vincente.


Orario degustazioni: 3 settembre, Milano 13.00 - 18.00 / 4 settembre, Brescia 17.00 - 23.00.
Shop Sorsi d'Irpinia: via Cairoli, Seregno
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Laurea con 110 e lode per Francesca Bellizzi, figlia di Mimmo

  • Terrore ad Avellino, donna inseguita da malvivente fino a casa

  • Bando di concorso all'Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”

  • Vuoi lavorare in un birrificio? Serrocroce cerca personale

  • Drammatico schianto tra auto: sette feriti, due in codice rosso

Torna su
AvellinoToday è in caricamento