Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Annibale Memmolo il maestro del panettone: qualità e artigianalità

36 ore di lievitazione per i dolci a cupola di Memmolo, vincitore della manifestazione Mastro Panettone

Morbidi, soffici, profumi intensi, aromi persistenti. Annibale Memmolo, non smentisce la sua fama. Eletto pasticcere più creativo d'Italia nel concorso nazionale Mastro Panettone 2018, il talento di Mirabella Eclano ha realizzato una linea di lievitati che va incontro ai gusti più disparati.

IMG_20181222_151808-2

Lievito madre, farina 00, burro e tuorli in abbondanza danno forma ad autentiche prelibatezze da assaporare in ogni momento della giornata. Impossibile non rimanere rapiti dal sapore armonico del classico milanese, del mandorlato, del fichi e noci, del Pistacchiotto, ma anche di varietà più creative di cui alcune sono diventate dei veri e propri cult. Mela annurca e cannella - vincitore di una Mole di Panettoni 2017 - Pan Chèri - menzione speciale Fiera Nazionale del Panettone - Pan Gianduia - vincitore di Mastro Panettone 2018 -  hanno mietuto riconoscimenti di pubblico e di critica conquistando i giudici dei principali concorsi nazionali. Queste dolci cupolette cariche di profumi cambiano negli ingredienti, ma in comune hanno tutte la qualità delle materie prime e l’artigianalità della lavorazione. 

memmolo0181106-132418-2

Per ogni panettone occorrono circa tre giorni, di cui 36 ore servono esclusivamente alla lievitazione. Un tempo lungo, ma necessario per ottenere un dolce digeribile e leggero. Chi guarda oggi al mondo del lievitato artigianale scopre una realtà competitiva fatta di centinaia di pasticcerie e panifici che si cimentano nella produzione del dolce simbolo del Natale, ma Memmolo tiene a specificare che quando si parla di artigianalità bisogna garantire ai propri clienti ingredienti di suprema qualità. Per le sue creazioni solo aromi naturali, uova fresche, farine selezionate, burro e ovviamente lievito madre.

Poi, possono esserci le variazioni sul tema, ma il disciplinare va rispettato: se Memmolo vince e convince in ogni concorso, il merito va alla tenacia di difendere una filosofia che fa bene all'arte dolciaria e al Made in Italy. E se la geografia del meneghino è stata ribaltata a favore di un Sud e di un'Irpinia garante del buono e del bello il motivo sta nel talento e nella capacità di creare dolci armonici, dosati negli ingredienti, con note vanigliate che persistono sul finale. Al primo assaggio i panettoni della pasticceria di Mirabella Eclano narrano questa abilità: impasto delicato che evoca senzazioni burrose rinfrescate da sfumature bilanciate all'interno, al morso un fiocco scioglievole cui cedere senza colpe al peccato della gola.

IMG_20181222_151842-2

Potrebbe interessarti

  • Miss Italia, Montella incorona la sua Miss: è Alessia Bruno

  • Festa Penitenziaria, Di Maio elogia il cane Buk della squadra di Avellino

  • ‘Spider-Man: Far From Home’, la scenografa Brunella De Cola: “Non dimentico la mia Avellino”

  • Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Avellino, ecco i nomi dei candidati

I più letti della settimana

  • Tantissimi auguri zocc..., la vergogna di Avellino fa il giro del web

  • Le fiamme stanno avvolgendo un'abitazione

  • Uomo trovato morto nella sua auto: disposta l'autopsia

  • Compra pollo al supermercato, ma dentro ci trova vermi vivi

  • Piano Lavoro, il bando è online: è corsa alla registrazione per partecipare

  • Tremendo schianto frontale, quattro feriti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento