Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Il gusto delle stelle: Mariconda, Pisaniello e Barrale un tris d'assi di emozioni

A Casa Barbato una cena speciale con la parecipazione straordinaria di tre punte di diamante della ristorazione irpina

Antonio Pisaniello, Giovanni Mariconda e Paolo Barrale. Tre interpreti della cucina d'autore per una grande serata tra Eccellenze e Stelle organizzata dall'imprenditore Nicola Barbato presso il suo ristorante montorese.
 A Casa Barbato il trionfo del gusto con una triade travolgente capace di raccontare la vera essenza della cultura gastronomica in una chiave creativa, divertente, identitaria. Incontri, persone, vissuti ed emozioni si palesano nei piatti di questo tris d’assi, da anni punto di riferimento dei palati irpini.
5 portate per raccontare un'idea di cucina seguendo un itinerario che fonde il passato, il presente e il futuro di chi ama esprimersi nei propri piatti per rievocare esperienze che hanno profondamente segnato la formazione di tre chef che sono prima di tutto uomini e poi cuochi.
Ad aprire la cena la brigata di Casa Barbato capitanata dallo chef Rinaldo Ippolito e il pizzaiolo Vincenzo Alfano che si sono esibiti in una stuzzicante focaccina fritta a base di cipolle, alici , capperi e pomodori secchi. Un’ entrè interessante combinata perfettamente negli ingredienti e nelle consistenze.

IMG_20181228_114641-2
Ad entrare nel vivo dell'evento ci pensa Paolo Barrale. Evidente la cura del dettaglio di uno chef che gioca di cromatismi per esaltare la potenzialità edonistica del suo Risotto Zafferano e Arancio.  Una tavolozza di sapori con profumati rimandi olfattivi che esprimono la fusione tra la tradizione meneghina e l’opulenza siciliana. Un esercizio stilistico intrigante che rivela la sensibilità di una Stella Michelin che guarda in avanti, ma non dimentica gli aromi della sua Sicilia.

IMG_20181228_113853-2
Il primo tempo termina con i Trainieri. A firmare un piatto che grida ‘Terronia' Antonio Pisaniello alla ricerca dell'antico per ritrovare il nuovo oggi. Cipolla, lardo, pepe nero, alloro e Carmasciano legati all'amido dello spaghettone Antica Maccheroneria raccontano il legame indissolubile  di un romantico oste terrone (inside) con la storia della sua infanzia vissuta a Ponteromito, un crocevia di scambi e di sapori che rivive in modo permanente in uno stile che colpisce dritto al cuore.

IMG_20181228_113522-2
La serata prosegue con un'altra punta di diamante, la Maialata, un piatto cult che gli amanti della buona tavola hanno conosciuto e apprezzato allo storico Taberna Vulgi di Giovanni Mariconda. È il volto del Degusta ad aprire il secondo tempo con i suoi tocchi di irpinitudine e suoi guizzi istrionici rappresentati da una grossa costoletta di maiale, impanata, fritta e saltata nel burro. Una vera goduria valorizzata da una cottura esemplare.

Casa barbato-2
In cucina insieme ai top chef anche il maestro pasticcere Raffaele Vignola che ha ammaliato gli ospiti con la sua ultima chicca: il Panettone al Basilico Dop (Vincitore di Re Panettone) abbinato ad un fresco sorbetto al  limone con crema all’inglese al basilico e alla vaniglia. Una coccola finale per chiudere in bellezza la cena delle stelle, un viaggio nelle mille sfumature della biodiversità gastronomica per brindare alle eccellenze della nostra Irpinia.


IMG_20181228_113407-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia atroce, donna ritrovata senza vita

  • Nuovo clan Partenio, ecco dove i camorristi nascondevano il libro mastro dell'usura

  • Nuovo Clan Partenio: "Se vuoi risolvere il problema devi prendergli la macchina"

  • Si suicida sparandosi in faccia con un fucile

  • Guida Espresso 2020, i migliori ristoranti in Irpinia

  • "Partenio 2.0": le intercettazioni tra Damiano Genovese e il padre

Torna su
AvellinoToday è in caricamento