Tagli all'ospedale Landolfi, Aliberti: “Fermiamo lo scippo del centrosinistra”

"Basta scippi all'Irpinia, la sanità deve essere garantita egualmente a tutti i territori!"

''Basta scippi all'Irpinia, la sanità deve essere garantita egualmente a tutti i territori!''. Lo afferma, in una nota, Bruno Aliberti, presidente del comitato civico 'Scelte Coraggiose'.

''La decisione del manager Renato Pizzuti di tagliare da 18 a 10 i posti letto di ortopedia e di eliminare il turno di notte (dalle 20 alle 8) deve essere fermata'', spiega il medico di Montoro, che aggiunge “il decreto 29 è stato disatteso, nonostante le rassicurazioni più volte proclamate dal centrosinistra”.

Ed incalza ancora ''alle prese in giro del Governatore De Luca ed al silenzio dei consiglieri regionali irpini risponderemo con la mobilitazione dei cittadini per tentare di bloccare un ulteriore taglio alla sanità nella Valle dell'Irno. Difenderemo l'ospedale di Solofra dalle scelte ragionieristiche di Palazzo Santa Lucia e dagli effimeri trionfalismi di queste settimane in merito all'uscita dal commissariamento della sanità. Una battaglia – sottolinea il camice bianco – da aggiungere a quella in difesa del distretto sanitario di Montoro, il Walter Tobagi.

I comuni della Valle dell'Irno dovranno far giungere una forte voce di dissenso all’indirizzo del governo regionale incurante delle aree interne, ed è, pertanto, auspicabile un ulteriore impegno dei sindaci del territorio, che con coraggio stanno alzando la voce al cospetto di un centrosinistra irresponsabile verso le comunità di Solofra e Montoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Fine dei disagi, riapre il viadotto di Parolise

  • Colta da un malore durante un compleanno, muore 18enne

  • Tremendo schianto frontale, donna muore sul colpo

  • Nuovo Clan Partenio, ecco come è cambiata la camorra in Irpinia dopo l'operazione "Partenio 2.0"

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento