La nota del gruppo SiAmo Pratola Serra sul disservizio della mensa scolastica

Ecco la nota del gruppo consiliare ‘SiAmo Pratola Serra’ inerente al disservizio legato alla mensa scolastica

Riceviamo e pubblichiamo la nota del gruppo consiliare ‘SiAmo Pratola Serra’:

Un Comune squattrinato al punto che non possono più spendere un centesimo e vorrebbero addossare, le colpe all’opposizione.

Raccogliamo lamentele dai genitori dei bambini che frequentano le scuole di Pratola Serra, sul mancato avvio del servizio di mensa scolastica, dopo che le famiglie sono state riunite ieri 26/09/2019 dalla dirigente scolastica Prof.ssa Carpentiero.

Vogliamo ricordate a tutti che la gara per il servizio di mensa scolastica è stata indetta lo scorso anno (2018) e sono state presentate circa 10 offerte valide.

Hanno poi nominato la commissione per la valutazione delle offerte, ma ad oggi è tutto fermo.

Non esiste alcun Atto amministrativo che spieghi cosa sia accaduto e non esiste pertanto alcun ricorso come vogliono far credere gli Aufiero e company.

  Leggiamo e ci viene riferito che alcuni genitori, stanno addossando responsabilità e attribuendo i ritardi dell’inizio del servizio mensa, al gruppo di opposizione, pertanto, nei prossimi giorni procederemo con il diffidare chi in maniera strumentale e ingiustificata attribuisce, senza conoscere i fatti,  responsabilità al gruppo di “SiAmo Pratola Serra”.

Ma la verità, la sola verità, è che devono sospendere tutti i servizi perché non hanno più soldi.

Questa è quanto emerso dalla riunione che si è tenuta il 25.06.19 con l’organo di Revisione e il consulente finanziario da poco incaricato dal comune.

Alla riunione non era presente nessuno della maggioranza, probabilmente un ordine di scuderia per non far sapere dello stato economico in cui versa l’Ente comunale che resta ignaro finanche al Responsabile Finanziario assessore Angelo Capone.

Basti pensare che in consiglio comunale abbiamo chiesto a cosa servissero i 10.000,00 euro stanziati per “festeggiamenti”, ma il Presidente del Consiglio Antonio Aufiero, ha di fatto vietato al responsabile Capone di rispondere.

  Insomma i soldi per i festeggiamenti riescono ancora e trovarli, mentre non avviano il servizio mensa scolastica e probabilmente procederanno col sospendere tutti i restanti servizi e progetti sociali avviati fin dal 2013 che impiegano più di 80 beneficiari.

 Vogliamo informare i cittadini anche della questione contributi del terremoto (legge 219), visto che in consiglio comunale, abbiamo chiesto delucidazioni al sindaco Emanuele Aufiero.

Ebbene, la risposta è stata che l’argomento non era all’ordine del giorno.

Un comportamento irrispettoso verso i cittadini di Pratola Serra che attendono da 40 anni i fondi stanziati.

Fondi che hanno sperperato, per oltre 600 mila euro, e che erano invece destinati alla ricostruzione degli immobili.

Ma ritornando alla triste vicenda della mensa scolastica, gira una nota con la quale i genitori starebbero firmando un’autorizzazione per far mangiare il panino ai propri figli in quell’obbrobrio di capannone che si permettono ancora di definire scuola.

 Non sappiamo chi abbia dato il via a tale iniziativa, ma se tale iniziativa avrà un seguito, interverremo senza mezze misure. Chiedendo all’ASL ai Carabinieri e a tutte le Autorità di competenza di verificare lo stato e la salubrità di quella struttura che fa acqua da tutte le parti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

  • Paura ad Avellino, doppio incendio di auto nella notte

Torna su
AvellinoToday è in caricamento