La nuova responsabilità sanitaria dopo la riforma Gelli-Bianco in un convegno all’Aula Magna del Tribunale di Avellino

Tra i relatori gli esperti della materia: il Consigliere di Cassazione Dott. Giacomo Travaglino e gli avvocati Paolo Iannone e Roberto Francesco Iannone

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AvellinoToday

Si è concluso martedì scorso il seminario giuridico organizzato dal Movimento Forense di Avellino con il supporto all’iniziativa dell’Ordine degli Avvocati e, nonostante sia trascorso più di un anno dall’entrata in vigore della nuova legge in materia di responsabilità medica, molti dubbi e perplessità avvolgono le Aule di Giustizia, soprattutto sull'introduzione della consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite. Numerose al riguardo le teorie sulla decorrenza dei termini per la riassunzione della domanda in caso di mancata consegna della relazione peritale, ma non solo, poiché anche sulla colpa medica la recente pronuncia delle Sezioni Unite non ha ancora dissolto le tante incertezze sulla corretta qualificazione di responsabilità in capo al sanitario. Tale inquietudine viene anche alimentata da alcune fattispecie non previste dalle linee guida. Di tutto questo e molto altro si è discusso al tribunale di Avellino con ospiti d’eccezione esperti della materia. Dopo i saluti iniziali di Gaetano Napolitano (Presidente Movimento Forense Avellino) ed Elena Ferrara (Vicepresidente Movimento Forense Avellino), l’evento formativo è stato moderato dall’avvocato Danilo Iacobacci del Foro di Avellino, con apertura dei lavori e relazione introduttiva affidata al Consigliere della Suprema Corte di Cassazione Dott. Giacomo Travaglino che ha commentato l’evoluzione normativa e giurisprudenziale. Successivamente, nel corso del dibattito giuridico l’avvocato Paolo Iannone ha illustrato la sua teoria della responsabilità contrattuale applicabile alla sottoscrizione del consenso-informato, quale possibile via di fuga dalla responsabilità extracontrattuale tracciata dal legislatore con la nuova legge di riforma della responsabilità sanitaria. Dopodiché, l’avvocato Roberto Francesco Iannone si è soffermato sulle prospettive future della riforma Gelli-Bianco analizzando i profili penalistici della nuova normativa. Nel corso dell'evento formativo sono stati anche presentati i seguenti libri ‘La responsabilità medica. Le novità della legge 24/2017' (Aracne Editrice) di Paolo Iannone e ‘La responsabilità medica dopo la riforma Gelli-Bianco – Legge 24/2017' (Edizioni Ad Maiora) di Roberto Francesco Iannone.

Torna su
AvellinoToday è in caricamento