Continuano i lavori per il nuovo Mercatone, ma gli intoppi sono dietro l'angolo

Continua la querelle tra Comune ed Enel per l'esproprio

Continuano i lavori per la realizzazione del "Vivendi" che dovrebbe diventare il nuovo Mercatone, ma non mancano gli ostacoli. Infatti, come già noto, c'è la necessità da parte del Comune di entrare in possesso delle aree interessate, attraverso un esproprio. Quei terreni appartengono all'Enel, con la quale negli ultimi mesi c'è stata una brusca frenata nel dialogo. Il Comune potrebbe battere la strada dell'immissione in possesso; mentre l'esproprio ricadrebbe sull'impresa che sta eseguendo i lavori. Tutto per rispettare la consegna dell'opera da quì ad un anno, così come da previsioni. L'ente ha assicurato che non dovrebbero esserci intoppi, assicurando anche l'impresa che non si paleseranno rallentamenti. Il project financing prevede un affidamento di 40 anni, con l'impresa che intascherà le entrate del parcheggio (300 posti) e i fitti dei locali commerciali. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

  • Schianto tremendo, due morti e un ferito grave

  • Riapre Marennà: ecco chi è il nuovo chef del ristorante dei Feudi di San Gregorio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento