Novolegno, Giovanni Esposito (Mid) vicino ai dipendenti: "Non possono essere lasciati soli"

La nota del vice coordinatore regionale del Movimento Italiano Disabili

Giovanni Esposito, vice coordinatore in Campania del Movimento Italiano Disabili, si esprime sulla precaria situazione dei 117 dipendenti della Novolegno di Arcella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il comunicato di Esposito

"Giovanni Esposito, Vice Coordinatore Campania M.I.D. Movimento Italiano Disabili, interviene sulla questione Novolegno ed esprime la piena solidarietà e vicinanza ai dipendenti che hanno perso il lavoro e che da giorni sono in presidio ai cancelli del sito di Pratola Serra, a causa della decisione di chiusura dello stabilimento da parte della proprietà. Da parte mia, auguro che questi lavoratori possano trovare presto una risoluzione alle loro problematiche e che la politica ascolti i loro appelli, che possa possa intervenire con soluzioni concrete in aiuto ai lavoratori e che, per loro, si possa aprire una speranza di riavere l’occupazione in un Mezzogiorno che ha un‘elevato tasso di disoccupazione. Non dimentichiamoci i valori della Costituzione che cita testualmente : 'L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro'. Anche queste persone hanno il diritto di vivere, avendo famiglie sulle spalle, e non possono essere lasciate sole, le istituzioni deputate a ogni livello locale regionale e nazionale facciano la loro parte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca blocca la consegna di dolci e pizze anche a panifici e alimentari

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 3 aprile 2020

  • Coronavirus, uno studio rivela: "Campania fuori dall'emergenza entro il 20 aprile"

  • Bonus 600 euro, si parte il primo aprile: l'Inps spiega come averlo

  • Vaccino Coronavirus supera primo test, Todisco: "Buona notizia che porta la firma del dott. Gambotto"

  • Coronavirus, il bilancio è pesantissimo: 49 nuovi casi in Irpinia

Torna su
AvellinoToday è in caricamento