Un tempio della cremazione in Irpinia

Approvata la proposta di un project financing per la realizzazione a Pratola Serra

Approvata la proposta di un project financing per la realizzazione di un Tempio della Cremazione nel corso del Consiglio Comunale di ieri sera a Pratola Serra. Una proposta innovativa e di emancipazione sociale perché al passo con i tempi, che rispetta le leggi dello Stato e quelle religiose. Da un’analisi effettuata da Sefit Utilitalia (Servizi Funerari Italiani) si può affermare che le cremazioni effettuate in Italia nel corso degli ultimi due anni siano cresciute in maniera notevole. Dal 2000 al 2015 il ricorso alla cremazione è passato dal 5% ad oltre il 21 e dagli ultimi dati in possesso, a livello nazionale, le cremazioni sono cresciute del 9,6% rispetto al 2016, con un aumento corrispondente a 13.599 unità.

Seppur la notizia è di impatto per i più scettici, è importante l’aspetto culturale della proposta, in quanto è una forma di emancipazione sociale”, commenta il Sindaco Emanuele Aufiero. “L’impianto, che sarà realizzato presso il Cimitero Comunale della frazione San Michele, sarà tecnologico e all’avanguardia, pertanto non c’è alcun rischio di inquinamento ambientale grazie alle camere di contenimento dei fumi che saranno realizzate ad impatto ambientale zero. In seguito all’approvazione del project financing da parte dell’Amministrazione, saranno richieste le dovute autorizzazioni agli Enti preposti che confermeranno o meno la validità del progetto”. Da non sottovalutare l’aspetto prettamente religioso: la cremazione di un defunto non è vietata dalla Chiesa, a meno che questa non sia scelta per ragioni contrarie alla dottrina cristiana. Lo conferma la Congregazione per la Dottrina della Fede nel documento “Ad Resurgendum cum Christo” dove si legge che la Chiesa “non scorge motivi dottrinali per impedire tale prassi, poiché la cremazione del cadavere non tocca l’anima e non impedisce all’onnipotenza divina di risuscitare il corpo”. Resta, però, per la Chiesa il divieto assoluto di "dispersione delle ceneri nell'aria, in terra o in acqua o in altro modo" oppure "la conversione delle ceneri cremate in ricordi commemorativi, in pezzi di gioielleria o in altri oggetti", oltre alla "divisione delle ceneri tra i vari nuclei familiari". La cremazione non è vietata a patto che le ceneri del defunto siano conservate in un luogo sacro, cioè in un cimitero o in una chiesa o in un'area appositamente dedicata a tale scopo dalla competente autorità ecclesiastica.

Tra gli altri punti discussi ieri in Consiglio Comunale, è stato approvato un project financing anche per l’impianto di pubblica illuminazione che comporterà un ammodernamento del sistema esistente ed un risparmio economico grazie a tecnologie a basso consumo.

Tra i punti salienti, infine, si evidenzia l’approvazione del Concorso Artistico “Premio Leone”, in memoria della famiglia Leone che si è distinta a livello nazionale e mondiale, di generazione in generazione, in campo artistico e culturale. L'istituzione del Premio intende favorire e promuovere l'educazione e l’attività socio-culturale sia della comunità locale che limitrofa, nella convinzione che le componenti politiche possano costituire fonte di comprensione e indispensabile riferimento per la valorizzazione della storia di Pratola Serra. Il tema fisso del Premio sarà difatti Pratola Serra, declinato secondo le tematiche che saranno di volta in volta scelte. Si intende stimolare, in tal senso, la riflessione sull'arte contemporanea nel territorio comunale.

Infine sono stati approvati tutti gli atti propedeutici all’approvazione del bilancio di previsione che sarà adottato in Giunta la prossima settimana. L’approvazione definitiva in Consiglio Comunale del bilancio di previsione è prevista per la metà del mese di Marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Ragazzo giovanissimo si lancia dal Ponte della Ferriera

  • Migliori bar di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Nuovo Clan Partenio, vent'anni di turbativa d'asta: si stringe il cerchio

  • Si lancia dal Ponte della Ferriera, le condizioni del 13enne

  • Giù dal Ponte della Ferriera, gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni del 13enne

Torna su
AvellinoToday è in caricamento