Miglior Allievo Istituto Alberghiero, terzo posto per lo studente di Avellino Ismaele

Vince Benevento

Benevento, con l’alunno Michele Morganella, si aggiudica la vittoria della selezione Campana del trofeo Miglior Allievo Istituti Alberghieri. Morganella ha preceduto il rappresentante di Napoli, Pietro Rota e il rappresentante di Avellino, Ali Khalid Ismaele. La gara di cucina si è svolta nei locali dell'isis de Medici di Ottaviano. Morganella approda così alla finale nazionale, organizzata dalla Federazione Italiana Cuochi, il prossimo mese a Rimini, in occasione dei Campionati della Cucina Italiana. Alla gara di Ottaviano hanno partecipato gli otto allievi rappresentanti le varie Associazioni appartenenti all'Unione Regionale Cuochi della Campania. Di altissimo livello la giuria predisposta, su mandato del Presidente dell’Unione Luigi Vitiello, dall'Associazione Cuochi Torre del Greco, area nolana vesuviana e strianese. Ben tre chef stellati Michelin hanno giudicato gli otto piatti a base di uova preparati dai giovani concorrenti. In giuria sedevano, infatti, Antonino Montefusco del ristorante Terrazza Bousquet di Sorrento; lo chef esecutive del Caracol di Bacoli stella Michelin Angelo Carannante; lo chef Paolo Barrale stella Michelin ex Marennà ora presidentenazionale degli chef della Chic; il maitre Antonio Camillo attuale direttore di Sala del ristorante i Tigli Theoria sul lago di Como, stella Michelin, e lo chef Giuseppe Spina, pluridecorato in concorsi nazionali ed internazionali di cucina calda e fredda, team manager del Campania Team Competition. Gli allievi erano chiamati a preparare un entrè per 4 persone che aveva come ingrediente di base l'uovo. Una preparazione non semplice, nonostante alcuni ritengano l’uovo un alimento facile da cucinare. Mongella, il vincitore, ha presentato “Ricordo di una frittata di cipolle”. Rota, secondo classificato, “uova al purgatorio” e l’allievo di Avellino “la mia interpretazione dell’uovo”. La complessa competizione ha visto sfidarsi, oltre ai tre saliti sul podio, anche: Pasquale Astarita per i cuochi Vesuviani; Nicolò Piccolo per Caserta; Umberto Esposito per Sorrento; Fabio Zurlo per Salerno; Sabrina Guadino per l’associazione Stabiese. Al termine della manifestazione concorso il Presidente dell’Unione Regionale Cuochi della Campania, Luigi Vitiello, ha voluto ringraziare di cuore i ragazzi partecipanti lodando nel contempo tutte le associazioni che si ono prodigate nella selezione provinciale. Parole sentite di elogio sono state rivolte da Vitiello ai rappresentanti dell'Associazione Cuochi Torre del Greco, area nolana vesuviana e strianese che insieme all'Istituto de Medici di Ottaviano, rappresentato dal dirigente scolastico Vincenzo Falco, hanno curato nei minimi dettagli l’evento. Ora l’attenzione si sposta a Rimini dove tutti sperano che Michele Morganella possa sbaragliare ancora una volta la concorrenza, questa volta di tutta Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Fine dei disagi, riapre il viadotto di Parolise

  • Colta da un malore durante un compleanno, muore 18enne

  • Tremendo schianto frontale, donna muore sul colpo

  • Nuovo Clan Partenio, ecco come è cambiata la camorra in Irpinia dopo l'operazione "Partenio 2.0"

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento