In Irpinia solo pupazzi e palle di neve: attenzione alle discese in slittino

Sciatori costretti a lasciare la regione per l'Abruzzo, il Molise e la Basilicata

Montagne innevate in Irpinia ma solo per fare pupazzi o a palle di neve. Ormai dall’ultima stagione invernale del 2016/2017 non si scia più sull’Altopiano del Laceno. La storica località, riconosciuta come polo invernale, ora è alla stregua di altre zone montane irpine come il Piano di Verteglia, il Terminio, Montevergine, ricoperti di neve e utilizzabile da chiunque ma non per svolgere attività sportiva. Il rischio concreto che si potrebbe verificare nel prossimo weekend sull’Altopiano del Laceno è il fenomeno incontrollato degli slittini. L’area alla base è ricoperta da oltre 30 centimetri di neve. Utili per lanciarsi lungo i pendii che ora, non sono per nulla gestiti e controllati dalla vecchia società dopo l’annosa questione con il comune. Un problema serio per la sicurezza degli avventori del mordi e fuggi del weekend. Già in passato nonostante i controlli stringenti e la segnaletica in loco si sono verificati incidenti. Oggi con una montagna libera all’accesso di tutti, la prevenzione e i controlli vanno sicuramente aumentati dagli organi preposti.

Per coloro che invece amano la montagna, sul Laceno il 19 gennaio sarà possibile una splendida escursione in notturna con l'utilizzo delle ciaspole. L'escursione sarà condotta da una o più guide GAE - Guide Ambientali Escursionistiche che vi condurranno tra scenari incantati nel candore della neve. L'escursione partirà dal Bar La Lucciola a Laceno alle ore 17.30. Sia per sabato 19 gennaio che domenica 20 gennaio l’attività potrà essere svolta.

Per chi ama le discese in pista, purtroppo ora e ancora per almeno due stagioni invernali dovrà voltare lo sguardo fuori regione. Per non spendere troppo e alla portata di ogni famiglia c’è Sellata, a pochi chilometri da Potenza in Basilicata.

Una piccola stazione nel comune di Abriola con tre impianti (seggiovia, sciovia, tappeto) e quattro piste sul Monte Pierfaone che si sviluppa da quota 1737 a 1400. Proprio ai piedi di questa località nel territorio di Sasso di Castalda ci sono i ponti tibetani, una delle attrattive più in voga del momento nel panorama turistico lucano.

Per gli sciatori più esigenti, la direzione da prendere è Roccaraso in Abruzzo, regina del divertimento con oltre 100 km di piste oppure Campitello Matese in Molise che seppur aperto non funziona a pieno regime con tutti gli impianti e piste.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tutto il dolore della tragedia di Antonio Dello Russo: "Vogliamo la verità"

  • Cronaca

    Due autocarri sono stati avvolti dalle fiamme

  • Incidenti stradali

    Auto sbanda sul Raccordo AV-SA, due giovani incastrati sotto il guard rail

  • Incidenti stradali

    Schianto nella notte, ferita la donna alla guida

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Statale tra Monteforte e Mugnano

  • Non si ferma all'alt dei carabinieri e inizia l'inseguimento: così è morto il 40enne

  • Oggi i funerali di Antonio Dello Russo

  • Domenico Auriemma conquista il grembiule di Masterchef

  • Anziano trova un borsellino con 1240 euro: prima nega e poi confessa

  • L'avvocato più giovane di Avellino: premiata Elisabetta Cucciniello

Torna su
AvellinoToday è in caricamento