Biodigestore: non ci sarà soluzione fino a quando non ci sarà una scelta

L'ipotesi Chianche è stata scartata ma, adesso, occorre trovare in tempi brevi un nuovo sito

Nella giornata di ieri, presso il palazzo baronale di Prata di Principato Ultra, è avvenuto il summit tra amministratori locali, cittadini, imprenditori e ambientalisti. Al centro del confronto, neanche a dirlo, il biodigestore di Chianche. L'incontro in auge è stato voluto dal sindaco di Prata, Bruno Petruzziello, e dal comitato "No al biodigestore. Sì al Greco di Tufo", rappresentato da Ranieri Popoli. Il no al biodigestore di Chianche è stato sancito, ma il problema permane. Non si riesce a trovare la giusta amalgama tra lo sviluppo di un territorio meraviglioso, com'è la Valle del Sabato, e la necessità di risolvere il problema dei rifiuti. 
Il Presidente del Consiglio della Regione Campania, Rosetta D'Amelio, si è augurata che: "I rifiuti possono diventare una risorsa come avviene in altri Paesi europei". 

Ma, dunque, il ben noto impianto di compostaggio, dove dovrà essere realizzato? Nell'affrontare la situazione, non possiamo non renderci conto che continua a permanere la più totale incertezza. La stessa Rosetta D'Amelio ha sottolineato, nel corso del convegno, l'importanza di trovare una soluzione. Ma che soluzione potrà mai essere trovata se non sarà effettuata una scelta?

Roberto Benigni, in un suo celebre film, sottolineava l'importanza di scegliere: "La bellezza è iniziata quando qualcuno ha iniziato a scegliere". 


Appare assurdo che non si riesca a concertare un accordo fra tutte le parti chiamate in causa. Ed è giusto spendere tutte le proprie energie per tutelare un territorio unico, come ce ne sono tantissimi in Irpinia, ma siamo veramente sicuri che le problematiche riscontrate in questa vicenda siano di così difficile soluzione? 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda rimane politica, e tutti noi sappiamo che, quando una vicenda entra in questo giro, la soluzione tende ad allontanarsi sempre più; finendo fagocitata fra mille chiacchiere e cavilli. È giunto il momento di scegliere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca blocca la consegna di dolci e pizze anche a panifici e alimentari

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 3 aprile 2020

  • Coronavirus, uno studio rivela: "Campania fuori dall'emergenza entro il 20 aprile"

  • Bonus 600 euro, si parte il primo aprile: l'Inps spiega come averlo

  • Vaccino Coronavirus supera primo test, Todisco: "Buona notizia che porta la firma del dott. Gambotto"

  • Coronavirus, il bilancio è pesantissimo: 49 nuovi casi in Irpinia

Torna su
AvellinoToday è in caricamento