3DRap abbraccia l’arte: riproduzione di un gruppo marmoreo raffigurante Mitra che uccide il toro

La stampa realizzata per l’occasione dagli ingegneri di 3DRap, una riproduzione fedele in scala del gruppo marmoreo rinvenuto nel 1938 nelle terme del Mitra ad Ostia

3DRap abbraccia l’arte e lo fa in un luogo molto prestigioso della Campania. Una fotogrammetria della scultura, 50 ore di stampa 3D e due chilogrammi di Pla, materiale ecosostenibile Eumakers, sono bastati a realizzare la riproduzione di un gruppo marmoreo raffigurante Mitra che uccide il toro.

Tutto questo grazie a Create, la piattaforma di 3DRap che permette di realizzare in modo semplice, attraverso la digitalizzazione dei processi produttivi, un’infinita varietà di progetti e materializzare qualsiasi idea. Il compito di riprodurre la scultura della divinità che compie il sacrificio del toro, in particolare, è stato affidato agli ingegneri di 3DRap dalla direttrice del Museo Archeologico dell’Antica Capua, Mitreo e Anfiteatro Campano, Ida Gennarelli, che ha curato la mostra “Mitra a Capua Vetere: tra Oriente e Occidente”, dedicata ai culti orientali, organizzata dal Polo Museale della Campania e in scena al Museo Archeologico dell’Antica Capua dal 15 giugno al 5 novembre 2019.

La stampa realizzata per l’occasione dagli ingegneri di 3DRap, una riproduzione fedele in scala del gruppo marmoreo rinvenuto nel 1938 nelle terme del Mitra ad Ostia, oggi collocato nella II sala del Museo Ostiense, è in esposizione presso il Museo di Capua Vetere insieme alle opere che si susseguono negli ambienti espositivi dedicati alle divinità orientali arrivate in Occidente, in un percorso suggestivo tra oggetti di culto, statue, bassorilievi, ma anche videoinstallazioni e apparati iconografici e multimediali.

In particolare la copia materializzata da 3DRap ha tenuto in moto le stampanti del laboratorio di prototipazione digitale per oltre due giorni, lavorando circa due chilogrammi di materiale ecosostenibile, il Pla marchiato Eumakers che l’azienda utilizza per molti dei suoi prodotti. Il modello, ottenuto tramite una fotogrammetria 3D direttamente ad Ostia, è stato sezionato in cinque parti e poi assemblato con colla bicomponente e rifinito con stucco spray. Tutto ciò grazie a Create.

«Con Create – spiega Domenico Orsi, Additive Manufacturing di 3DRap – è possibile avvicinare nuove realtà al mondo della stampa 3D, accompagnandole durante tutto il ciclo di sviluppo del prodotto e permettendo l’abbattimento di costi e tempi di realizzazione. Siamo davvero orgogliosi che una nostra stampa venga esposta in un luogo d’arte così importante come il Museo Archeologico dell’Antica Capua, che ringraziamo per averci coinvolto in questo splendido progetto».

Potrebbe interessarti

  • Ciro ha bisogno di sangue e piastrine, possiamo aiutarlo?

  • Miss Italia, Montella incorona la sua Miss: è Alessia Bruno

  • Niente festival pirotecnico a Mercogliano: la tradizione si spezza dopo 70 anni

  • Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Avellino, ecco i nomi dei candidati

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto frontale, quattro feriti

  • Banda al funerale, ma il prete si arrabbia: momenti di tensione in chiesa

  • Dal produttore al consumatore, inaugura ad Avellino la Bottega Campagna Amica

  • Scontro tra auto, tre feriti

  • Ciro ha bisogno di sangue e piastrine, possiamo aiutarlo?

  • Uomo schiacciato dal suo trattore, muore sul colpo

Torna su
AvellinoToday è in caricamento